SUDORE#11: Ombre Cinesi


SUDORE#11: Ombre Cinesi

Torniamo a sudare giovedì sera, ai Murazzi del Po. Ad attenderci una nottata dalle tinte indie, Synthpop ed elettronica astratta. Protagonisti l’esordiente progetto di Anything Pointless, gli Electro Nachos e una coppia di artisti cantautori che andiamo subito a conoscere.




Le Ombre Cinesi nascono in Puglia, nella luce di Taranto, dalla fantasia di Donato Maiuri e Roberto Sticchi. Il nome prende forma in modo naturale: i due confessano di non ricordarne il perché, ma ammettono di avere la sensazione di essersi chiamati così da sempre. Donato e Roberto si muovono sul palco provvisti di voce, chitarra, intensità semplice e diretta.








Il duo può ricondursi sicuramente al genere indie, di cui oggi tanto si sente e si discute, che poi altro non è che una forma particolare di cantautorato. Parole scarne, pronunciate per dar sfogo ad uno stato d’animo, si uniscono a sonorità minimal e delicate. Il punto focale è nella forza del testo, nelle immagini malinconiche con cui i brani stuzzicano e stimolano la nostra mente - “Io sono un tipo da lettere e da sguardi che sanno incendiare.”


La fine del 2017 vede l’uscita dei loro primi singoli, Non mi piace flirtare e Nei, seguiti poco dopo dall’intero album Via Lombardia 24, indirizzo del loro studio di registrazione, bunker, nido, origine e Caos. Il 26.01.2018 è stato per loro il Fragola Day, giorno di lancio del terzo singolo Fior di Fragola, il cui video è frutto di un’iniziativa social promossa tra i followers: i fan hanno inviato le proprie foto censurate da una fragola, il cui montaggio è diventato il video della canzone.







Siamo tutti curiosi di ascoltare dal vivo quello che le Ombre Cinesi hanno da dirci; se la scrittura è per loro veicolo principale di ogni emozione credo sarà impossibile restarne indifferenti. Una curiosità: il loro brano Cose Sconosciute, tra i più onirici e misteriosi dell’album, è diventato da poco un video, che vi consiglio di andare a vedere. Per le riprese Donato e Roberto dicono infatti di essersi ispirati alle atmosfere surreali e all’inquietudine della serie TV Stranger Things.


HypFi, Stormi, Musicfinder sono solo alcuni tra i magazine musicali che parlano di Ombre Cinesi. Voi potete sapere tutto del duo indie seguendolo sul canale Youtube, Spotify o sulla loro pagina ufficiale Facebook. Ma, meglio ancora, potete vedere tutto ciò dal vivo giovedì 15 marzo; i musicisti saranno infatti ospiti di #Sudore, per il consueto appuntamento al Magazzino sul Po.








Chiara Gerbaldo Chiara Gerbaldo